LA STORIA DEL LUPO CONNOR

Connor è un giovane lupo investito il 13 dicembre del 2016 nel comune di Ozzano dell’Emilia (BO).

L’animale, scambiato inizialmente per un cane, è stato trasportato all’Ospedale Veterinario dell’Università per le prime cure e i primi accertamenti; a seguito dell’incidente il lupo aveva riportato due fratture importanti ad entrambi gli arti posteriori e i medici dell’Ospedale hanno scelto di ricoverarlo per poter procedere con un intervento chirurgico la mattina successiva.

Nella serata del 14 dicembre lo abbiamo recuperato per trasferirlo presso la nostra struttura dove è stato ricoverato all'interno dell’area Just Freedom, costantemente monitorato attraverso le telecamere di sorveglianza.
Ma con grande gioia di tutti noi, dopo poco più di un mese dall'incidente e un percorso di riabilitazione complesso e impegnativo, Connor è tornato in libertà!

La sua storia ancora una volta ci parla della straordinaria capacità di recupero di questi predatori e di come un costante lavoro di squadra possa portare ad ottenere risultati incredibili.
La scelta del nome non è mai stata più appropriata, esattamente come “l’ultimo immortale”, infatti, questo esemplare ha dimostrato una grande tempra, non solo a seguito dell’intervento di chirurgia ortopedica effettuato all'Università di Medicina Veterinaria di Bologna che si è occupata del lupo durante le prime 24 ore, ma anche durante tutte le successive fasi del ricovero presso il Centro.

Dopo le prime due settimane di terapia intensiva, il suo recupero è stato graduale ma costante e le ultime radiografie effettuate subito prima del rilascio hanno mostrato una completa guarigione delle fratture agli arti posteriori che il giovane lupo aveva riportato nell'incidente.

I suoi movimenti in uno spazio più ampio e i comportamenti schivi ed elusivi tipici della specie ci hanno fatto comprendere che era pronto per essere rilasciato.

Grazie ad un radiocollare GPS-GSM dotato di meccanismo drop off (sganciamento automatico), Connor è stato monitorato dal Wolf Apennine Center, con cui il Centro ha in essere una fattiva collaborazione; il radiocollare, unito al prezioso lavoro dei tecnici del Parco, permette di seguire gli spostamenti del lupo, di documentare la sua capacità di reinserirsi nell’eventuale branco di appartenenza e le eventuali rotte di dispersione.
La sua storia ci insegna, ora più come mai, quanto sia indispensabile la collaborazione tra enti e cittadini e come sia davvero fondamentale, oltre che un atto civile e dovuto, fermarsi quando si trova o se si investe un animale.

Nei giorni successivi al suo rilascio le informazioni raccolte dal radiocollare hanno permesso di osservare il giovane lupo in natura e, poche settimane dopo, Connor è stato visto riunirsi di nuovo al suo branco!

GUARDA IL VIDEO DELLA STORIA DI CONNOR

Altre immagini

Aiutaci con una donazione

In evidenza

News e novità

» Tutte le novità

Il Centro su Facebook!
All'interno di questo spazio virtuale vengono pubblicate foto e notizie relative al Centro ed ai suoi ospiti.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato sul Centro e sui suoi ospiti

Iscriviti ora!

Donaci il tuo 5 x 1000

Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone

Via Brento, 9 - 40037 Sasso Marconi (BO) Italia

Tel: +39-051-847600

Email:

C.F. 01608451207 - Associazione ONLUS