LA STORIA DI LARA, CUCCIOLO DI LUPO VITTIMA DEL BRACCONAGGIO

La lupetta Lara

Lo scorso 18 novembre ci è stato affidato dalla Provincia di Pistoia un cucciolo di lupo ferito che abbiamo accettato di prendere in cura, facendoci anche carico dei relativi costi.

Questo cucciolo, di circa 6 mesi di età, è stato rinvenuto zoppicante e allo stremo delle forze nei pressi della località Santomato (PT), da una cittadina che da un po’ di tempo la avvistava in evidente stato di difficoltà, ma ancora in grado di fuggire.
Un ringraziamento particolare va a Francesca Ciuti della Società Cooperativa Agricolo Forestale Castanea che ci aveva già preallertato la settimana precedente e che per diversi giorni ha tenuto monitorata costantemente la situazione.

Dopo un primo soccorso effettuato presso l’ambulatorio veterinario di riferimento del servizio di soccorso per la fauna selvatica della provincia di Pistoia, la lupetta, nel pomeriggio del 18 novembre è stata trasferita presso il nostro Centro dalla Polizia Provinciale, accompagnata da Francesca Ciuti.
Le sue condizioni all’arrivo erano davvero gravi: gli accertamenti eseguiti dai veterinari del Centro hanno evidenziato che un colpo d'arma da fuoco le ha causato una lesione molto seria alla colonna vertebrale e un conseguente deficit neurologico.

Uno dei pallini di piombo che l’ha colpita, infatti, si è localizzato proprio tra la 6a e la 7a vertebra lombare e dovrà necessariamente essere rimosso con un delicato intervento chirurgico.
La giovane lupa, chiamata Lara come la ragazza che l’ha trovata, ha iniziato subito le terapie necessarie e viene monitorata 24 ore su 24 grazie alle telecamere di sorveglianza che ci permettono di limitare al minimo il contatto con l'uomo.
Lara, dopo i primi giorni di terapia intensiva, ha risposto bene alle cure e le sue condizioni generali sono decisamente migliorate; la temperatura corporea è salita ed è stabile, ma è necessario tenerla in un ambiente riscaldato.

Ha ripreso ad alimentarsi con appetito ed è molto più attiva.

Lara è accolta presso la nuova area di riabilitazione per i lupi “Just Freedom” realizzata nell’estate 2014 anche grazie alla preziosa donazione di Almo Nature

Il 23 novembre la cucciola è stata visitata dalla Dott.ssa Christine Castellitto, la cardiologa che da anni collabora con il Centro; la veterinaria ha effettuato un elettrocardiogramma e un ecocardiodoppler per valutare l’apparato cardiovascolare anche in vista dell’anestesia a cui sarà sottoposta per l’intervento.

Le indagini diagnostiche hanno evidenziato che è tutto regolare e hanno confermato una perfetta funzionalità dell’apparato cardio circolatorio.
Questa storia purtroppo ci parla ancora una volta di bracconaggio, in pericoloso aumento sul nostro Appennino con diversi casi solo negli ultimi due mesi.

Vi terremo aggiornati sul percorso di Lara!

AGGIORNAMENTO DEL 24 NOVEMBRE 2015

Oggi, come vi avevamo annunciato, la lupa Lara è stata portata all’Ospedale Veterinario San Michele (Tavazzano con Villavesco – LO) dove ci aspettava il Dott. Offer Zeira, il neurologo e ortopedico che da anni collabora con il Centro.

Il Dott. Zeira ha fatto un’attenta visita neurologica di Lara e ha deciso di effettuare una risonanza magnetica, necessaria per definire meglio l’entità della lesione e per comprendere come procedere con la chirurgia.
Dalla risonanza si è chiarito che il pallino già evidenziato dalle radiografie, ha provocato una frattura vertebrale e il problema principale era causato da uno spostamento delle vertebre e quindi dalla conseguente compressione dei nervi.
E’ stato necessario quindi procedere con un delicato intervento chirurgico durante il quale è stato pulito il canale vertebrale dai frammenti ossei derivanti dalla frattura ed è quindi stata fatta una decompressione dei nervi; non è stato necessario invece rimuovere il pallino poiché si è visto non essere la causa della compressione.

Il danno era molto grave, la diagnosi pertanto rimane riservata; ci vorranno un paio di mesi per valutare il suo recupero.

Tecnicamente l’intervento è andato bene, la lupetta non ha avuto nessun problema ad affrontare l’anestesia, si è risvegliata tranquillamente e senza complicazioni.
I primi giorni del post operatorio saranno molto delicati, Lara rimarrà sotto stretta osservazione e proseguiranno tutte le terapie e le cure necessarie.

AGGIORNAMENTO DELL'8 DICEMBRE 2015:

A 20 giorni dal suo arrivo e a 14 giorni dall'intervento chirurgico, la lupetta Lara ha avuto grandi ed evidenti miglioramenti!

Innanzitutto sono migliorate le sue condizioni generali: la rogna è guarita, il pelo sta pian piano ricrescendo, è molto attiva e mangia con appetito, infatti ha già recuperato ben 2 kg di peso!
Lara non può ancora essere trasferita nel recinto di riabilitazione poiché l’intervento che ha subito richiede un periodo di riposo ma, vista la sua iperattività di questi giorni, abbiamo chiesto al Dott. Zeira di poterla fare uscire in uno dei piccoli recinti di degenza… così ecco a voi alcuni scatti di questi momenti!

La piccola lupa ha scrutato tutto l’ambiente, ha annusato l’aria, ha fatto alcune corse e semplicemente si è goduta il sole sdraiata nell'erba; questi animali risentono molto della cattività ed è per questo che curarli richiede molto impegno e scelte mirate a ridurre al minimo lo stress e il tempo necessario alla loro riabilitazione.

Anche i medici dell’ospedale veterinario San Michele erano entusiasti quando hanno visto come, dopo nemmeno due settimane dall'intervento, la piccolina si muove già con agilità e soprattutto utilizzando le zampe posteriori; c’è ancora tanto da fare, Lara deve riprendere peso e tono muscolare, ma diciamo che queste prime 3 settimane ci hanno regalato davvero tante soddisfazioni!

Grazie a tutti per il vostro interessamento anche da parte di Lara!

AGGIORNAMENTO DEL 24 DICEMBRE 2015:

Un piccolo regalo per voi.... pochi istanti di un importante momento vissuto oggi a Monte Adone.

Esattamente un mese fa Lara era in sala operatoria per un delicato intervento alla colonna vertebrale: le sue condizioni erano davvero critiche a causa di un colpo di arma da fuoco, la prognosi riservata.. oggi l'abbiamo trasferita nel recinto di riabilitazione!

Dal suo arrivo ha recuperato 5 kg di peso, il pelo sta ricrescendo e come potete vedere dalle immagini si muove davvero molto bene!

Noi siamo davvero orgogliosi del suo percorso, Lara ci sta dando grandi soddisfazioni... la capacità di recupero di questi animali è davvero sorprendente.

Buon Natale a tutti dalla lupetta Lara e da tutto lo staff del Centro!

AGGIORNAMENTO GIUGNO 2016

Lara è risultata essere un individuo ibrido alle analisi genetiche. Purtroppo le disposizioni della Regione Toscana non consentono il rilascio in natura per questi animali, pertanto Lara dovrà rimanere per sempre in cattività e così abbiamo deciso di ospitarla in via definitiva a nostre spese.

Guarda il video che racconta la storia di Lara e del suo incontro con Ares, un cucciolo di lupo probabilmente anche lui vittima di un atto di bracconaggio. Purtroppo non sempre le cose vanno nella direzione per cui lavoriamo e così è stato per noi con questi due lupi.

Ma oggi Ares e Lara con la loro storia sono due importanti ambasciatori e il loro aiuto per la riabilitazione di altri lupi cuccioli qui al Centro sarà fondamentale.

Come Centro collaboriamo fattivamente con il Wolf Apennine Center e riteniamo che un buon esempio di gestione degli individui ibridi, possa essere proprio l’approccio a questi animali contemplato all'interno del Progetto Life M.I.R.CO lupo, un progetto europeo che mira a ridurre l’impatto del randagismo canino sulla conservazione del lupo, occupandosi in particolare della gestione degli ibridi catturati o rinvenuti feriti, prevedendo la loro sterilizzazione e il rilascio in natura.
Riteniamo infatti che questa linea gestionale sia ad oggi la migliore, sia da un punto di vista biologico, sia dal punto di vista del benessere animale, sia da un punto di vista economico poiché evita di dover mantenere a vita animali in cattività e infine dal punto di vista della ricerca poiché, grazie a questi individui può permettere di raccogliere dati importanti per una migliore conoscenza di questo fenomeno.

Altre immagini

  • Lara al momento del ritrovamento
  • Lara al suo arrivo al Centro, all'interno di uno dei box di degenza
  • Lara durante la visita cardiologica
  • Lara durante l'ecocardiografia effettuata dalla Dott.ssa Christine Castellitto
  • Lara durante l'elettrocardiogramma
  • Lara si scalda sotto alla lampada ad infrarossi
  • .....vi terremo aggiornati!
  • Lara durante la visita neurologica con il Dr. Zeira
  • Lara durante la risonanza magnetica
  • Il Dr. Zeira esamina le immagini delle indagini diagnostiche
  • Le radiografie e la risonanza magnetica
  • Lara durante l'ecografia addominale
  • Lara durante il risveglio dall'anestesia
  • Lara, a fine intervento, con il busto protetivo
  • Lara oggi
  • Lara oggi all'interno dell'area Just Freedom

Aiutaci con una donazione

In evidenza

  • ECCO IL CALENDARIO 2017!

    VUOI “TRASCORRERE” IL 2017 CON GLI ANIMALI DI MONTE ADONE? Non devi fare altro che prenotare la…

  • LA STORIA DELLA LUPA AGATA

    Agata è una giovane lupa ritrovata allo stremo delle forze all'interno di un fienile sull'Appennino Tosco Emiliano.…

  • IL LUPO CONNOR TORNA IN LIBERTA'!

    Vi ricordate di Connor, il giovane lupo investito lo scorso dicembre sulle colline bolognesi? Dopo poco più di un…

News e novità

» Tutte le novità

Il Centro su Facebook!
All'interno di questo spazio virtuale vengono pubblicate foto e notizie relative al Centro ed ai suoi ospiti.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato sul Centro e sui suoi ospiti

Iscriviti ora!

Donaci il tuo 5 x 1000

Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone

Via Brento, 9 - 40037 Sasso Marconi (BO) Italia

Tel - Fax: +39-051-847600

Email:

C.F. 01608451207 - Associazione ONLUS