La storia di Maya la Bertuccia

Domenica, 31 Luglio 2016

Nel mese di luglio il Corpo Forestale dello Stato ci ha affidato Maya, un esemplare adulto di Bertuccia sequestrata dai Carabinieri nel sud Italia per detenzione illecita e maltrattamento. Da anni Maya viveva costretta in una pettorina legata ad una catena in un deposito per camion; grazie alla segnalazione della Lega Nazionale per la Difesa del Cane e all’impegno dell’On. Paolo Bernini , finalmente il destino di questa bertuccia ha avuto una svolta.
Maya era in condizioni fisiche e psicologiche critiche: la bertuccia, come tutti i primati, è un animale sociale pertanto vivere una vita in solitudine senza la possibilità di interagire con conspecifici è un maltrattamento molto grave che purtroppo ha quasi sempre serie e permanenti conseguenze sul comportamento.
Maya al suo arrivo era molto magra e disidratata, mostrava marcati comportamenti stereotipati, una malformazione alla mano destra, una dermatite su tutta la schiena e i primi accertamenti effettuati dai medici veterinari del nostro Centro hanno mostrato un’epatopatia cronica.
Al Centro Maya ha trascorso in isolamento sanitario il tempo utile ad effettuare tutti i controlli necessari e ad impostare alcune terapie di supporto, è stata quindi trasferita nell’area di accoglienza dei piccoli primati dove ha a disposizione un ampio spazio adiacente alle altre bertucce ospitate al Centro; Maya oggi ha la possibilità di correre, arrampicarsi e di iniziare ad interagire con i suoi conspecifici. Ed è proprio con loro che Maya sarà inserita dopo un adeguato periodo di adattamento.

Nonostante la normativa vigente il commercio e la detenzione di animali esotici sono purtroppo ancora oggi molto diffusi.
Il Centro Monte Adone ospita più di 250 esemplari di specie esotiche provenienti da sequestri per maltrattamento commercio e detenzione illecita.

Guarda il video che racconta la sua storia

Aiutaci con una donazione

In evidenza

  • LA STORIA DELLA LUPA AGATA

    Agata è una giovane lupa ritrovata allo stremo delle forze all'interno di un fienile sull'Appennino Tosco Emiliano.…

  • IL LUPO CONNOR TORNA IN LIBERTA'!

    Vi ricordate di Connor, il giovane lupo investito lo scorso dicembre sulle colline bolognesi? Dopo poco più di un…

  • AIUTACI AD AIUTARLI ...

    Da oltre 28 anni siamo operativi ogni giorno per il soccorso, la cura e la riabilitazione della fauna selvatica autoctona…

News e novità

» Tutte le novità

Il Centro su Facebook!
All'interno di questo spazio virtuale vengono pubblicate foto e notizie relative al Centro ed ai suoi ospiti.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato sul Centro e sui suoi ospiti

Iscriviti ora!

Donaci il tuo 5 x 1000

Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone

Via Brento, 9 - 40037 Sasso Marconi (BO) Italia

Tel - Fax: +39-051-847600

Email:

C.F. 01608451207 - Associazione ONLUS